CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE

L.R. 45/2013

Si comunica che, a partire dal 7 ottobre 2013, la Regione Toscana, con la legge regionale n. 45/2013 ha istituito "Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale.
Le misure previste dalla Legge 45/2013 a favore delle famiglie sono:

- Contributo U.T. di €. 700 per nuovi nati, adottati o collocati in affidamento preadottivo

L'istanza di concessione del contributo è presentata dalla madre, oppure, in assenza di quest'ultima, dal padre.

 

- Contributo U.T. di €. 700 alle famiglie numerose con 4 o più figli a carico. Il contributo è incrementato di €. 175,00 per ogni figlio oltre il quarto.

L'istanza di concessione del contributo è presentata dal soggetto, titolare del carico di famiglia

 

- Contributo  di €. 700 alle famiglie con figli disabili a carico ed in presenza di un'accertata sussistenza nel disabile della condizione di handicap permanentwe grave di cui all'art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104

L'istanza di concessione del contributo è presentata dal soggetto, titolare del carico di famiglia

 

I requisiti per l'ottenimento dei contributi economici sono:

  • essere cittadini italiani o di altro stato appartenente all'Unione europea oppure, se stranieri, essere in possesso dei requisiti previsti dall'art. 40, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (testo unico delle disposizioni concernenti la disciplian dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero);
  • essere residente in Toscana da almeno un anno alla data del 1° gennaio dell'anno solare cui si riferisce il contributo finanziario (esempio: per le istanza di contributo relative al 2013, si deve essere residenti in Toscana almeno dal 01/01/2012);
  • avere un valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a €. 24.000,00
  • non avere riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita di cui agli art. 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale.

Le domande potranno essere presentate direttamente (Per l'inoltro e la gestione delle stesse istanze la Regione Toscana ha messo a disposizione uno specifico applicativo web saf 45, configurato anche con la possibilità di invio di domande direttamente da cassa attraverso l'utilizzo di una tessera sanitaria correttamente attivata) o tramite il Comune di residenza. Le istanze dovranno pervenire entro il 31/01/2014

ProprietÓ dell'articolo
creato: martedý 19 novembre 2013
modificato: martedý 19 novembre 2013